Gennaro Esposito

Alza la Testa

Apriamo i palazzi del potere alle scuole

comuneDopo aver visto la puntata di Presa Diretta di domenica scorsa (06.01.2013) mi ha preso un senso di disgusto. “politici” che si pagano il matrimonio dei figli con i soldi pubblici, Bossi che ha fatto nominare come consigliere di amministrazione della Finmeccanica il tesoriere della lega belsito, con diploma di ragioniere comprato a Frattamaggiore (NA) ed al centro degli scandali dei leghisti che si erano proposti come combattenti contro Roma ladrona. L’incredibile tentativo di belsito di fare avere un contratto da alto dirigente della Finmeccanica all’autista di bossi che non aveva neppure il diploma. Al confronto Caligola, che  nominò Senatore il proprio cavallo, impallidirebbe in mezzo a tutti questi ciucci. La causa di tutto questo è la disaffezione dei cittadini verso i politicanti che allontanano le persone perbene dalla cura dell’interesse pubblico (forse, a questo punto, ad arte) innescando una spirale, in virtù della quale più le persone perbene si allontanano per le nefandezze di questa gente, più si lascia a questi asini spazio per fare altre nefandezze. Credo che occorre trovare il modo di avvicinare i giovani e la gente ai palazzi del potere. In quest’ottica mi farebbe piacere avviare un progetto con le scuole rendendomi disponibile ad accompagnare gli studenti nel palazzo del Consiglio Comunale spiegando come funziona anche in pratica la vita politica dell’istituzione, facendo vedere come si articola il processo di formazione della volontà amministrativa. Chi, stando nelle istituzioni scolastiche, fosse interessato potrà contattarmi. Penserei ai ragazzi delle scuole medie inferiori e delle medie superiori … ma forse anche ai ragazzini di quinta elementare …  che ne dite? 

6 commenti su “Apriamo i palazzi del potere alle scuole

  1. Ida Francioni
    9 gennaio 2013

    Caro amico, il tuo entusiasmo mi commuove. Sei troppo una bella persona. La tua é una splendida idea. Divulgheró sul mio territorio la tua proposta che si incrocia con l’attivitá di tante scuole che da anni perseguono i tuoi stessi obiettivi. Tanti sono gli alunni anche delle scuole primarie, che annualmente visitano i consigli municipali, il parlamento, il senato, il Quirinale, accompagnati da docenti motivati, che nonostante tutto…, credono fermamente nel valore della scuola pubblica. Facilitare la loro presenza all’interno del ns consiglio comunale puó rappresentare sicuramente una preziosa opportunitá per l’esercizio della democrazia. A presto, Ida

    Mi piace

  2. gennaro
    9 gennaio 2013

    ciao gennaro,

    mi piace la tua idea.
    ti invito a proporla sul nuovo forum di idee per napoli

    http://ideenapoli.forumfree.it/

    questo è il link

    non ci sono colori politici, solo idee

    ti invito a partecipare

    Mi piace

  3. Marco Ugliano
    11 gennaio 2013

    Anche io girerò il tuo post ai docenti della mia scuola ed ai colleghi di altre scuole, mi sembra un’ottima iniziativa

    Mi piace

  4. iaam
    13 gennaio 2013

    I “nostri” bimbi e non della IAAM? Possono partecipare?

    Mi piace

  5. mimmo
    17 gennaio 2013

    bella idea…parlerò con la preside del siani…ciao, mimmo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 gennaio 2013 da in Napoli con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: