Gennaro Esposito

Alza la Testa

La società Civile e la Politica

La parte buona della società civile non partecipa alla formazione della classe politica disinteressandosi così delle istituzioni e del bene pubblico. Quest’atteggiamento miope ha consentito l’occupazione di spazi politici a coloro che non hanno alcuna formazione culturale né politica. Il meccanismo elettorale premia solo coloro che riescono ad accumulare voti, poiché i partiti hanno abdicato alla loro principale funzione di filtro, formazione ed arruolamento della classe dirigente.

Fino a quando non capiremo che occorre occuparsi del bene pubblico come del bene proprio non ci sarà alcuna svolta.

Fino a quando non capiremo che la riprovazione sociale dei comportamenti scorretti deve essere tale da costringere il politico corrotto o dedito al malaffare a dimettersi ed il partito a non proteggerlo non avremo alcuna possibilità di svolta.

Fino a quando la classe intellettuale non uscirà dalle proprie case per mischiarsi con la gente comune non avremo alcuna possibilità di svolta.

Fino a quando non capiremo che la delega in bianco è figlia del “ghe pensi mi” non avremo alcuna svolta.

Fino a quando non avremo la capacità di appassionare i giovani alla politica non avremo nessuna svolta.

Fino a quando non ci occuperemo della cultura e dell’istruzione come principale mezzo di elevazione sociale non avremo nessuna svolta.

Fino a quando i palazzi del potere non saranno di cristallo non avremo nessuna svolta.

Fino a quando i politici e l’imprenditoria non capiranno che il pubblico non è un campo da saccheggiare non avremo nessuna svolta.

….

2 commenti su “La società Civile e la Politica

  1. antonio
    6 luglio 2012

    proprio così. E’ il coro muto dei cittadini che consente a coloro che si occupano della cosa pubblica di arrivare allo scempio delle istituzioni che stiamo vivendo oggi .

    Mi piace

  2. beatrice carrillo
    31 dicembre 2012

    Molti di noi lo hanno capito e cercano di fare responsabilmente il proprio dovere nel perimetro che comprende la propria esistenza e/o attività lavorativa; ci sono molti buoni esempi di individui che si impegnano in esperienze virtuose ma l’accesso alla politica è controllato ancora in modo feudale.
    Beatrice

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 luglio 2012 da in I Principi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: